Progetti
Grafica & Design
Collaborazioni

ARCHITECTURE FOR ALL AWARD


CATEGORIA: Progettazione di spazi pubblici
ANNO: 2008
LOCALIZZAZIONE: Torino
STATO:  concorso di progettazione,
  TERZO PREMIO
TEAM:  con Silvia Sciré Calabrisotto, Giancarlo Capomagi,
  Vanessa Colilli, Maurizio Costanzi, Katia Longo
COMMITTENTE: -

Progetto di accessibilità multisensoriale del Centro Congressuale e fieristico del Lingotto di Torino.
Il Lingotto, simbolo dell'innovazione architettonica degli anni '20 del secolo scorso, rappresenta ancor oggi un edificio di grande fascino. Al suo interno hanno sede cinema, negozi, l'università, una pinacoteca, sale congressi, etc. dislocati lungo i suoi quasi 600 metri di lunghezza.
Il tema del concorso è il miglioramento dell'accessibilità multisensoriale al Lingotto, in termini di chiarezza dei percorsi da seguire per raggiungere le varie funzioni e di facilitazione degli spostamenti. Il progetto prevede l'inserimento di due infopoint, uno all'esterno nell'area antistante il Lingotto e uno all'interno , per la gestione dell'accoglienza e come rimessa di mezzi elettrici di trasporto, a disposizione di chi voglia utilizzarli come ausilio al superamento delle grandi distanze, sul modello della "shop mobility" inglese. Viene inoltre predisposto un servizio di bus navetta, che colleghi in un itinerario circolare le aree di parcheggio, la fermata del tram e i principali ingressi. In corrispondenza di ogni ingresso è stato pensato un totem multimediale con servizio di prenotazione della navetta, mappa tattile e collegamento telefonico con gli infopoint.
La dimensione e l'omogeneità dei materiali di facciata possono creare in un fruitore saltuario un certo disorientamento, per far fronte a ciò sono stati caratterizzati gli ingressi con l'installazione di grandi portali scultorei di differenti colori. Ad ogni colore corrispondono le funzioni più vicine (cinema, sala congressi...) cui si accede attraverso il portale, così da indirizzare i visitatori in maniera più immediata. Il colore corrispondente ad ogni portale è stato utilizzato anche per retroilluminare alcune delle vetrate della facciata, che in questo modo viene caratterizzata anche nelle ore notturne.
 
FRANCESCA PIERUCCI ARCHITETTO, ARCHITETTURA + INTERIOR DESIGN
FRANCESCA PIERUCCI ARCHITETTO, ARCHITETTURA + INTERIOR DESIGN